h1

Di nuovo in piedi

agosto 1, 2005

Mentre io sono qui che combatto virus e batteri, Sean sembra aver dimenticato la sua ben nota pigrizia e spazia per i Paesi Bassi con la mia auto. O dovrei dire la “nostra” auto? Sarebbe un gesto carino, ma la macchina era mia prima e resta mia anche adesso. Ci sono troppo affezionata, non la posso certo dividere col primo che capita.
Comunque, dicevo che spazia per la nazione e per chi è curioso, QUI ci sono delle foto.
(le prime due sono di Amsterdam, poi c’è Edam, infine la cittadina dove andremo a stare noi)

Naturalmente la febbre non ha impedito la solita riunione settimanale con le amiche. In effetti sembrava ci fosse un’emergenza, anche se poi non è stato così.
Pam, che ultimamente ha incontrato solo uomini non degni di essere definiti tali, ha avuto delle rivelazioni davvero poco piacevoli su colui che definiremo “il minchione”, un tizio con cui ha concluso una storia da pochi mesi. Non scenderò in particolari, mi limito a dire che questo essere ha tenuto con lei una serie di comportamenti che mi spingono ad augurargli una temporanea ma significativa sfiga in tutti i campi.

Pam per me è una persona molto, molto importante. Ci siamo conosciute al liceo e siamo sempre state sulla stessa lunghezza d’onda. La nostra amicizia, però, è diventata veramente speciale circa 8 anni fa, quando io attraversavo un periodo difficile e tormentato che purtroppo è anche durato a lungo. Ogni volta che avevo bisogno di lei, eccola che arrivava di corsa. Non c’erano orari, feste o ricorrenze, lei passava ore ad ascoltarmi, anche il giorno di Natale.
Devo essere stata un tormento, ma se oggi ho ritrovato il mio equilibrio lo devo solo a lei.
Riusciamo a capirci con 2 parole e spesso non servono nemmeno quelle. Io le voglio bene senza riserve, totalmente, ed è per questo che non posso tollerare di vederla soffrire.
Spero tanto che incontri qualcuno che le dimostri che ci sono ancora degli uomini normali in giro.
Devono pur esserci da qualche parte, no? In mezzo ai microcefali, impegno-fobici,
calcio-dipendenti, minchioni e privi di personalità, ci saranno pure alcuni esemplari normali di trentenni ancora single? E avranno anche loro desiderio/voglia di avere una compagna, no?
Non voglio entrare nel merito di uomini/donne single e trentenni, perché il discorso sarebbe troppo lungo (magari un’altra volta). Dirò solo che là fuori, a volte, c’è un vero schifo.

La parola di oggi è Meistens – principalmente.
E meno male che anche Sean ha aperto un blog, così mi devo sforzare di capirci qualcosa e riprendo l’allenamento (che ovviamente è totalmente perso, ahi!!)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: