h1

La Befana Vien di Notte

gennaio 6, 2006

Ma non in Olanda. Qui oggi non e’ un giorno di festa, come del resto in moltissimi altri Paesi.
In Germania, invece, pur essendo un giorno feriale, questo e’ un giorno particolare e con una simpatica tradizione.
E’ il giorno della venuta dei Re Magi e i bimbi si recano nelle case in gruppi di 3 accompagnati dal parroco della zona, indossando una corona e un mantello colorato e portando un bastone con una grossa stella dorata sulla punta. Sono chiamati “Sternsinger”, i cantori della stella.
Passano di casa in casa raccogliendo denaro per i bambini poveri al canto di “Kinder helfen Kindern”, i bambini aiutano i bambini. Poi il parroco benedice la casa e tutto il gruppo si sposta a quella successiva.

Su ogni palazzo visitato, viene lasciato un messaggio scritto con il gesso proprio sopra il portone d’ingresso che dice:
20 * C + M + B * 06.
I numeri all’inizio e alla fine della scritta riportano l’anno in corso (20…06) mentre per le lettere ci sarebbero due interpretazioni: c’e’ chi dice che siano le iniziali dei Re Magi (Caspar, Melchior e Balthasar), ma c’e’ chi invece pensa che invochi la benedizione della casa con la frase “Christus Mansionem Benedicat”, Cristo benedica questa casa (ma il mio arrugginitissimo latino del liceo non mi permette di verificare l’esattezza della frase che ho scritto! Chiedo perdono in anticipo.)
Sembra inoltre che questa tradizione fosse presente anche nell’Italia settentrionale fino ad un paio di secoli fa, ma che si sia persa per strada; forse chissa’, proprio a causa dell’adorabile vecchina con le scarpe tutte rotte.

A me la vecchina, comunque, piace. E faccio parte di quella – forse – ultima generazione di bimbi nelle cui calze c’erano pochi cioccolatini, tante orribili caramelle e anche qualche deludente mandarino.
Niente mandarini per i bimbi dell’era moderna. Ma devo ancora decidere se e’ un bene oppure un male!

3 commenti

  1. ciao!anche qui in NZ niente befana, mi mancano i faló (in friuli li chiamiamo pignarui) e soprattutto il carbone!


  2. Ho 3 fratelli minori, quindi a casa mia non s’è mai smesso di avere calze… anche ora che il più “piccolo” ha 13 anni…Io, alla veneranda età di 24 anni, ho finalmente detto a mia madre che per questo 6 gennaio, non volevo la ricca calza stracolma di dolciumi di Castroni e Piazza Navona, ma il corrispettivo in denaro – che non è mai da buttare!!! Eh, lavorare in Rai…
    Meno male che ho 2 coppie di nonni che la loro calzetta me l’han fatta! La adoro!!!
    BUONA BEFANA A TUTTI!
    W i re Magi Kinder!!! ;P


  3. Grazie! Come è andata poi con il topo?
    Chiara



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: