h1

Trinkgeld

ottobre 25, 2006

L’ultima settimana è stata un incubo, ma stiamo cominciando a vedere la luce alla fine del tunnel! Intanto è da venerdì scorso che dormiamo nella nuova casa, anche se ogni mattina e ogni sera siamo costretti a fare la spola tra qui e il vecchio appartamento per poterci fare una doccia e lavare i vestiti. Il bagno sarà pronto per lunedì prossimo. Ma ci sarà da fidarsi, visto che c’è una persona sola al lavoro? L’idraulico è un bel tipo, simpatico, sulla trentina, due occhi azzurri che ti svegliano più di un caffè tutte le mattine alle 8,30 (spacca il minuto, roba da non credere!). Ma per i miei lettori maliziosi (io so chi sono, ma non faccio nomi!), tengo a precisare che no, non mi faccio trovare in vestaglia e che il luogo comune idraulico/padrona-di-casa non troverà riscontro nella maniera più assoluta!

Quello di cui volevo parlare, invece, è l’ennesima curiosità che ho scovato vivendo in Germania. Si tratta del Trinkgeld, letteralmente “soldi per bere” che poi sarebbe la mancia. In Germania la mancia non è obbligatoria, né scontata ma, come in Italia,  è ben gradita ed è, diciamo così, buona educazione lasciarla per un servizio. Nei ristoranti, nei pub e nei bar, di solito si lascia quel tanto che serve ad arrotondare il conto o poco più.

Siccome lunedì ci hanno finalmente consegnato la nuova cucina e siccome dovevamo saldare il conto direttamente agli operai che l’hanno montata, domenica sera ho chiesto a Sean quanto avremmo dovuto lasciare di mancia, visto che è la prima volta che mi trovo ad affrontare la questione fuori dall’Italia. Insomma, non volevo fare la figura della tirchia peracottara, ma nemmeno volevo esagerare. Comunque Sean mi ha risposto che da queste parti gli operai non si aspettano una mancia in denaro, se non al limite del Trinkgeld, appunto, ossia il necessario per pagarsi una birra al bar dopo il lavoro. Piuttosto è quasi obbligatorio offrire loro la colazione: caffè, brioches, bevande di vario genere lasciate a disposizione. Così lunedì mattina presto sono corsa al supermercato e poi al bar sotto casa per fare scorta di acqua, coca cola, caffè caldo (la cucina non era ancora pronta!), torte al cioccolato e altre robine golose. Sean non credeva ai suoi occhi quando mi ha visto tornare piena di pacchi e mi ha detto che, come al solito, ho esagerato. Comunque, tra cacciaviti e trapani e chiodini vari, gli operai hanno spazzolato la mia colazione improvvisata e tutti erano felici e contenti. Al momento di pagare, però, la mia italianità è uscita fuori prepotentemente e ho insistito perchè Sean lasciasse loro anche 15 euro di mancia. E se ne sono andati ancora più felici e contenti di prima.

La mia cucina, però, è una meraviglia e la lavastoviglie è la regina indiscussa della casa. Ora aspetto con ansia il giorno in cui potremo farci una doccia senza uscire di casa. Che ci sia un modo per convincere l’idraulico a finire prima?  😀

Advertisements

27 commenti

  1. Ecco, lo sapevo di aver sbagliato mestiere! 😦
    L’idraulico dovevo fare …prima però una plastica perché, a parte il colore degli occhi, non assomiglio per nulla al fortunato teutonico! 🙂

    La mancia da quelle parti non è obbligatoria ma al ristorante l’aspettano eccome! 😛


  2. P.S. per convincere l’idraulico a finire prima dovresti metterti una tuta da palombaro e non fargli trovare la colazione!
    In caso contrario, se ti vede tutte le mattine in autoreggenti con vassoio di brioches in mano, quello non si schioda più! 😀


  3. Ahhhh la casetta nuova!!!!! Ahhhh l’idraulico stile “pubblicità della Diet Coke” (chi se la ricorda? a me ha segnato l’adolescenza!)


  4. mi sà che la soluzione di Duss è quella piu possibile … magari vedendoti vestita da palombaro per casa la mattina, penserà anche che non sei proprio tutta “normale”, così lo prendi per ..paura!!
    Ma il fatto che sia tedesco e che sia puntuale normalmente, alla fine questo ti dovrebbe già rassicurare. Poi cmq, non sò come, però gli idraulici, meccanici, etc.. hanno questa particolarità di rendere le cose facili, quando per i tuoi canoni di stima sono lavori interminabili.
    Vedrai che finisce per tempo!!!

    @DUSS: io lo sò che hai già messo gli occhi sulla lavastoviglie. Sarà “mica” una Whirphool? :o)


  5. Slaymer SSSSSSSSSSSSTTTTTT che se ti sente la mia lavatrice stasera mi tocca dormire nel mobiletto dei detersivi!!! 😦


  6. Penso che se gli prepari un piatto di trenette al pesto l’idraulico finisce allasvelta!!! 😀


  7. @DUSS: a h h . . .
    s c u s a p a r l o p i ù p i a n o !!! …sshh!!!

    Immagina una rete di lavastoviglie tipo internet che comunicano tra di loro in rete con la presa di corrente!!
    (sai è fine giornata, si può delirare anche un pò …)


  8. Puoi fare una bella cosa. Lascia al tuo idraulico la colazione con il messaggio, tipo: “Il suo “trinkgeld” rimanente è di 20 euro”. Poi, il giorno dopo, fai la stessa cosa con il messaggio che dice: Il suo “trinkgeld” rimanente è di 18 euro. E così ogni giorno a scendere. Vedrai che si sbrigherà.


  9. DÜSS:
    Autoreggenti? No, guarda, al massimo mi vede col calzettone di lana, ma più probabilmente a piedi nudi, come cammino di solito per casa! 😀
    Comunque ti ci vedo come idraulico, altro che plastica! Sai quante belle teutoniche avrebbero bisogno di un bagno nuovo 😉

    PINK:
    Cavolo, la pubblicità della Diet mica me la ricordo! Meritava attenzione?

    SLAYMER:
    secondo me che non sono normale già lo pensa! Comunque è vero, è impressionante quello che è riuscito a fare da solo in un paio di giorni. Noi per intonacare la cucina ci abbiamo messo una settimana (ed è pure venuta male!)

    DÜSS:
    tu non meriti quella Whirlpool! Povera piccola, la tradisci per niente! 😀

    BEPPONE:
    No, se gli preparo le trenette secondo me non schioda più! 😀

    SLAYMER:
    Se esistesse, il Düss sarebbe nei guai!

    IVAN:
    È un’idea! Ma se poi si offende e mi rimonta la doccia nera che faccio? 😀


  10. prodigi del lavoro manuale …
    Hai vinto!!!

    passa dal mio Blog quando puoi!!!
    Buona Giornata


  11. Wow, magari! 😛 …allora lascio l’informatica e vengo ad avvitare tubi dalle tue parti, deciso! 😀

    Lo so, non ci posso fare nulla, quando vedo una lavastoviglie in intimo non resisteo! 😦


  12. si …resisteo! L’ho scritto in tuscolano! AHHAHAHA 😀


  13. SLAY:
    Ho vintoooo! Yeeeeesssss! 😀

    DÜSS:
    Oddio, mi fai morire, sto ridendo come una scema! Resisteo! 😀 😀


  14. devo dire ke i tuoi commentatori sono un vero spasso! cmq ank’io confido nella meticolosità hergestellt in Deutschland! e il bagno sarà così bello che saranno gli altri a venire da te xla doccia! ma che metti pure l’idromassaggio?


  15. @DUSS: ma l’idromassaggio come lo consideri? Preliminari oppure fà parte del tuo rapporto Duss/Elettrodomestici?!? ih ih ih!!!


  16. L’idromassaggio è una figata, con le sue bollicine (prodotte dal compresso, non autoprodotte) fanno il grattino sulla schiena! 🙂


  17. compresso??? …era compressore …ma che succede stamattina? non so più scrivere??? HUAAAAAAAAAAAA 😥


  18. ANNA:
    Senza i miei commentatori le mie giornate sarebbero molto noiose! 😉
    L’idromassaggio? No, mi accontento della doccia senza la cabina nera!

    SLAY:
    Se si compra pure l’idromassaggio non lo vediamo proprio più. La whirlpool lo risucchia nella centrifuga! 😀

    DÜSS:
    Ti avviso che se continui così Sean mi porta alla neuro! Sto ridendo come una scema! 😀


  19. Eh, lo sapevo io che avrei dovuto l’idraulico.
    Piu’ soldi, piu’ donne, piu’ tempo e se la tazza del bagno non funziona bene, ogni riferimento a situazione reali e’ voluto, non devi chiamarlo, aspettandolo come se fosse il nuovo messia!

    Paka Rago


  20. Eh, lo sapevo io che avrei dovuto fare l’idraulico.
    Piu’ soldi, piu’ donne, piu’ tempo e se la tazza del bagno non funziona bene, ogni riferimento a situazione reali e’ voluto, non devi chiamarlo, aspettandolo come se fosse il nuovo messia!

    Paka Rago


  21. Die Neuren …si dirà cosi in tedesco di Germania??? …boh!

    Già me lo vedo Sean che con l’aiuto dell’idraulico ti lega con un tubo di gomma per il raccordo da 16mm!!! 🙂


  22. RAGO:
    Hai sbagliato mestiere anche tu! 😀

    DUSS:
    Ci manca poco…! Ed è tutta colpa tua! 😉


  23. Tanto per tornare a noi… non riesco a credere che non ricordi la pubblicità… con l’uomo che trasportava la cassa della coca, a torso nudo, fisicatissimo… e la musica sotto tutta suadente “I don’t want to be your man… I don’t want to work all day…”


  24. Per fortuna Leonardo mi controlla Ariacielo, fra poco devono cambiarci le tapparelle e gli stipiti delle finestre.. 🙂


  25. PINK:
    è vero!! Come ho fatto a dimenticarla? Lo strafico che entrava nell’ufficio con tutte donne (che lo aspettavano!) e portava la cassa di coca. L’avevo rimossa, deve essere la stanchezza! 😉

    MC:
    Ma come, fai fare la spia a Leonardo? 😀


  26. Guten freitag!


  27. Anche a te, caro Duss!



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: