h1

Decorazioni Natalizie

dicembre 11, 2006

Sto vivendo giorni non piacevoli. Intorno a me c’è aria di festa ed è meraviglioso rivedere tutti. Ma io preferirei essere altrove. Dove? Non lo so, dove. Da un’altra parte. Preferirei essere sola, preferirei non dover rispondere alle domande, ai perché, ai “come ti trovi”. Preferirei non spiegare i motivi per i quali non ho voglia di fare un figlio adesso-ora-subito. Preferirei non spiegare i motivi per i quali non ho voglia di sposarmi, né ora, né mai. Preferirei non dover ridere per forza, quando invece vorrei urlare e piangere.

Oggi, mentre decoravo l’albero di Natale con i soliti vecchi ornamenti buffi e graziosi, pensavo che sarebbe stato bellissimo rimettere tutti i miei vestiti nella valigia e partire. Da sola, senza meta, senza impegni. Mentre l’attaccavo al rigido ramo di plastica, pensavo a quanto assomiglio a quella vecchia pallina di vetro, con quelle deliziose decorazioni di porporina dorata sopra un rosso così cupo da renderla quasi inadatta al Natale. Non c’entra niente con le altre palline, così allegre e colorate, non viene messa in risalto dalle lucine dell’albero; viene appesa solo perché è lì da sempre, perché l’albero senza di lei non sarebbe l’albero. E’ ruvida e rovinata e talmente fragile che potrebbe rompersi solo guardandola più intensamente del solito. Frantumarsi sotto le dita incaute di chi l’appende senza riguardo.

Ritorna, dopo tanti anni di assenza, quella fastidiosa sensazione di fragilità che avevo creduto d’aver vinto e superato. Non ricordavo come ci si sente. Non dipende da niente e da nessuno, esce fuori senza preavviso e si nasconde costantemente negli angoli della mente, pronta a portarti sull’orlo delle lacrime per un nonnulla. Si nutre delle parole della gente, dette magari senza l’intenzione di ferire, ma che tagliano lo stesso come vetri rotti. Cresce e diventa forte con i gesti bruschi e sgraziati di chi mi circonda, gesti di persone che non capiscono e che non sanno, e che non vogliono capire e che non vogliono sapere quanto possono far male.

Mi piacerebbe saltare su un treno e viaggiare per ore seduta nel senso contrario alla marcia su una di quelle poltrone scomode accanto al finestrino, gli occhi affondati in un libro mai letto, lo sguardo che si perde di tanto in tanto sul paesaggio che scorre via veloce davanti a me. Alle mie spalle, paesi, strade e città ancora da vedere, persone che salgono e scendono, ognuna con una vita e con una storia, magari simile alla mia.

Insomma, in questi giorni mi sento così. Forse sono solo stanca, forse ho solo voglia di essere a casa e di essere abbracciata. Forse dovrei semplicemente mettere una maschera e continuare a far credere a tutti che sono una tipa forte e saggia e invulnerabile. Niente di più lontano dalla pallina di Natale color rosso cupo.

A presto.

Advertisements

22 commenti

  1. Hai tutta la mia comprensione, mi ci ritrovo anch’io nella tua descrizione. La mia unica fortuna è non avere parenti vicino che mi rompono le scatole con le loro domande …anche se non lo potrò evitare la vigilia.

    Un bacio e un abbraccio, queste crisi ci fanno sentire più umani e poi sono sicuro che portano con se un vento positivo!


  2. Figli, matrimonio, carriera, etc… sono “paletti” comuni, diciamo pure i “GrandiClassici” che prendono forza con l’unione di parenti e feste comandate. Anch’io spesso ne vengo “travolto” ogni tanto, ma ormai tarpo sul nascere ogni discussione! Ovviamente non perchè l’80% delle persone è un ramoscello in un torrente in piena, non ci debbano essere altri ramoscelli che si aggrappano alle sponde volendo crearsi una situazione “leggermente” diversa in un’ansa di questo torrente in piena (..la società!).

    Io la penso come te!!!
    E non ti preoccupare sei nel pieno del clima Natalizio .. ih ih ih :oD

    p.s.: arriva il Natale .. io mi sposto!!!


  3. Niente maschere, ci mancherebbe. E anche se sei di nuovo nell’incavo, sii coscente che si tratta di un’onda. Magari grossa, magari inaspettata,e talmente alta che vedi solo flutti intorno a te…ma poi la stessa onda passera’, e ti troverai in cima, e allora magari potrai anche dare un’occhiata e vedere se ne arrivano altre, oppure solo surfare sulla cresta. Dai ! Coraggio. E fregatene di tutto quello che hai intorno.la tua fragilita’ ti sta chidendo attenzioni. Un abbraccio e magari ci si vede sul treno 😉


  4. come ti capisco! hai descritto cosi bene la pallina dell’albero che mi è sembrato di averla vista pure sul mio!quest’anno più degli altri non mi sembra natale…a volte quando torni a casa dopo tanto tempo nn ti sembra + nemmeno casa tua!e ti chiedi : ma queste persone mi conoscono veramemte? non si accorgono che sono cambiata? come diceva una scrittice tedesca che mi piace molto Christa Wolf “in nessun luogo, da nessuna parte”…è cosi che mi sento da un pò! 🙂 un bacio


  5. Le parole dette a casaccio dalla gente possono far molto male.
    I parenti impiccioni poi bisognerebbe come minimo imbavagliarli, magari con una mela rossa in bocca, che il rosso fa molto Natale….
    Anch’io voglio salire su quel treno, ma che sia un treno che non si fermi mai, così non devo nemmeno decidere dove scendere.


  6. Eulinx, mi dispiace tanto che tu ti senta così. Fossi in te quel treno lo prenderei. Magari anche solo per allontanarti mezza giornata…
    Se può consolarti anche a me chiedono perché non faccio un figlio, come se fare un figlio fosse l’unica ragione di vita delle coppie 😦 E ancora oggi mi chiedono il perché di alcune mie scelte fatte anni fa 😦
    Se fosse per me a Natale sparirei completamente! E invece questo Natale sarà ancora più magro per colpa di uno sconosciuto che ha deciso di scontrarsi con la mia macchina parcheggiata e non ha nemmeno avuto la delicatezza di lasciarmi un biglietto coi sui dati… 😦

    Quanto manca all’8 gennaio??? Non ne posso già più del Natale!! 😦

    Beato Slaymer che espatria in terra olandese 🙂


  7. il motto è sempre quello da anni …ihk ihk!!!

    ***Arriva il Natale … e io mi sposto!!!***


  8. Un’abbraccio forte, forte da una Roma fredda, fredda.


  9. come te la s…passi a Roma???? aho?!? :O)

    BuenaVida
    ***Arriva il Natale .. e io mi sposto!!!***


  10. Cara eulinx, mi spiace leggerti così…ed essere impotente.
    Anche io sono dell’avviso che magari quel treno potresti prenderlo…sparire con la scusa che devi fare gli ultimi regali e farti magari una bella passeggiata sulla spiaggia…un museo…il colosseo! puoi regalarti un giorno da turista a casa tua…non serve andare lontano!
    e d’accordo, la gente a volte parla a sproposito, a volte magari nn pensa di fare male ma santo cielo a volte dovrebbero semplicemente imparare a tacere…è successo anche a me lo scorso agosto, ti dico cosa ho fatto io: li ho mandati educatamente a cagare, ho detto con calma olimpica (ma terremoto interiore) che dal momento che nn sapeva nulla avrebbe fatto molto meglio:
    1) informarsi prima di parlare
    2) non parlare affatto
    la persona in questione c’è naturalmente rimasta malissimo ma io mi son sentita meglio (ecchecavolo) e lei non ha più fatto commenti a sproposito in mia presenza!!!
    un bacione cara
    estelle


  11. Buon giorno, un abbraccio! 🙂


  12. Dispiace molto anche a me che tu ti senta così.
    Ti volevo anche dire che io e zucchero stiamo un po’ sfruttando il tuo blog in questi giorni. Da un paio di sere ci sentiamo “Já sei namorar” a ripetizione e la cantiamo. Penso che i vicini non siano molto contenti, ma per noi ha un valore terapeutico.
    Un abbraccio


  13. A Natale dovrò affrontare i perché e i percome “ma hai lasciato il lavoro!!!”…ma per la prima volta nella mia vita, non mi sento né pentita né in difetto ad aver preso una scelta del genere!!!
    CORAGGIO!!! Non ti conosco personalmente e non so cosa ci vuole per tirarti su… uffa… e quindi… solo IN BOCCA AL LUPO!


  14. Ciao Eulinx, oggi è una giornata grigia anche per me ma passerà… forse nel tuo caso sono solo le pressioni di un ambiente “familiare” classico nelle classiche circostanze pre-festività.
    Ma, dopotutto, mi piace la parte finale “forse ho solo voglia di essere a casa e di essere abbracciata” e forse il treno (o aereo 🙂 lo prenderai ma per tornare a casa e sentirti subito meglio!


  15. Ale fuggi finché sei in tempo. Perché rimanere? Se debbono essere vacanze, che lo siano fino in fondo senza questa sottile sofferenza che ti pervade.

    ps.
    Scusa per la franchezza ma, per l’empatia che mi porto addosso, soffro assieme a te.
    Un abbraccio! 🙂


  16. Buon giorno, che questo inizio settimana sia luminoso!
    🙂

    Un bacio!


  17. ‘iao!!! ;O)


  18. Un salutozzo anche da me! 🙂


  19. Cioa bella, passo solo per un saluto e lasciarti un abbraccio! 🙂


  20. Mi sono preso del tempo prima di rispondere: stavolta sei tu a lasciarmi senza parole.

    Peggio: sembra quasi che questo post l’abbia scritto io, magari con episodi diversi, ma con le stesse sensazioni.

    Non mi piace utilizzare epiteti formulari, ma poichè dici di averne bisogno, ti scrivo

    Un abbraccio, e tanti auguri di Buon Natale / Felice Hanukkah (che credo finisca domani) /…

    (P.S.: Mi sono trasferito qui, mantenere due siti separati era diventata una scocciatura)


  21. Che dire, siamo a natale e la vita prosegue, per fortuna aggiungerei!

    Ti voglio solo fare i miei migliori auguri di buon natale, di buon anno, di buona befana e di buona vita.
    Che babbo natale (il tipo strano, grasso vestito di rosso che sembra il Gabibbo) possa portarti tutto ciò che più desideri dalla vita!

    Un bacio e un abbraccio!


  22. Grazie a tutti e scusate se non vi rispondo uno ad uno. Non avete idea di quanto apprezzi le vostre parole e quanto mi faccia piacere sapere che ci siete.
    Un bacio.



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: