h1

Due passi nel Rheinland-Pfalz

gennaio 13, 2007

tritsche.jpg Una gita fuori porta era quel che ci voleva. Sean oggi mi ha portato a Neustadt an der Weinstrasse, una cittadina piccola e deliziosa, ma carica di storia. A due passi da qui, infatti, sorge il Castello di Hambach, un luogo importante per la storia tedesca, perché ritenuto la “culla della democrazia” del Paese. Nel 1832, circa 30.000 persone si radunarono ai piedi di questo castello per dimostrare a favore dell’unificazione nazionale e per ottenere riforme democratiche. In quell’occasione, per la prima volta nella storia, apparve la bandiera tedesca con i colori che ancora oggi la compongono, anche se disposti in maniera diversa.

Comunque, storia a parte, parliamo di cose serie. Dopo qualche foto al castello (che purtroppo al momento è chiuso per ristrutturazione), siamo scesi di nuovo a Neustadt e abbiamo fatto un giro per i vicoli di questa cittadina da fiaba. E siccome ormai lo sapete che fiabe e leggende sono pane per i miei denti, la mia dolcissima metà mi ha mostrato quello che è il simbolo della città e dell’intera regione. Al centro di una piazza dalla bellezza mozzafiato, c’è una fontana contornata da questi buffi animali chiamati Elwetritschen. Secondo la leggenda, queste creature vivrebbero solo nelle foreste del Palatinato e sarebbero il risultato di un curioso incrocio tra un pollo, un’anatra, un cigno e un elfo. C’è chi giura d’averle viste scorrazzare tra i boschi e c’è perfino chi dà loro la caccia durante le notti di primavera, armati di trappole studiate appositamente per catturarle.

Nella città di Neustadt vengono raffigurate in moltissime situazioni, anche alla nascita, mentre escono con il loro becco lunghissimo da un uovo rotondo. Io, manco a dirlo, le ho trovate adorabili e non escludo una futura passeggiata tra i boschi armata di macchinetta fotografica! Magari con una bella bottiglia di vino, visto che qui siamo esattamente al centro della Weinstrasse, nel Palatinato, la regione tedesca famosa per la produzione di vini…sarà per questo che la gente partorisce tutte ste leggende e ste creature fantastiche? 😉

Amo questo Paese ogni giorno di più. Camminare per le strade di cittadine come questa – e in Germania ce ne sono moltissime – ti lascia la piacevole sensazione di vivere in un luogo lontano dal resto del mondo, un posto dove favola e realtà non sono universi distinti, ma comunicanti e perfettamente armonizzati.
Per chi volesse qualche informazione in più, lascio qui qualche link in italiano su quello di cui ho parlato:

Neustadt an der Weinstrasse

Renania-Palatinato – turismo

Renania-Palatinato – info

Castello di Hambach

Advertisements

26 commenti

  1. Sean non avrà mai visto Happy Days e non consocerà Fonzie, ma mi sembra molto ben informato sulle leggende delle cittadine tedesche 🙂 Direi che ha guadagnato molti punti 🙂


  2. Ciao Eulinx!
    Ottimi consigli… non so se è più bello raccoglierli tutti nella speranza di visitare questi luoghi (mi piace molto viaggiare) o se è più brutto realizzare che non ci andrò mai o quantomeno difficilmente 🙂
    Comunque tu continua che io prendo appunti su google earth e un giorno o l’altro farò qualcosa tipo “il giro del mondo in 80 giorni”! 🙂
    Buona domenica 🙂


  3. Fantastico questo gallinaceo con le trecce! 🙂


  4. AZATHOTH:
    È ferratissimo sulle leggende del luogo! L’ho “sposato” per questo! È vero, mi cade sui telefilm e sui cartoni animati, ma non si può avere proprio tutto 😀

    SENPAI:
    No, no, tu raccogli tutte le informazioni e poi fai la valigia e vienimi a trovare! 😉

    CONEJA:
    Vero che è adorabile? 😉


  5. Eulinx, forse è meglio che sia ferrato sulle leggende tedesche, e poi chissà, magari mentre noi ci guardavamo Fonzie e sognavamo di avere un giubbino in pelle come lui, Sean si leggeva libri di storia e di leggende 😉


  6. Che bello! Zucchero e io ci siamo stati 6 anni fa circa. Fu un viaggetto piacevole. Lo organizzò un mio amico tedesco conosciuto nella band in cui suonavo allora. Eravamo una decina di persone: schönes Wochenende Ticket, passeggiatona per i boschi fino al castello, visita guidata e giro di cantine con degustazione.
    Gli Elwetritschen me li ero persi pur essendo in compagnia di esperti di storia tedesca non ce ne parlarono…. anche se ora mi par di ricordare di aver effettivamente visto qualche creatura bizzarra a fine serata 😉


  7. Caspita, come mi manca la Germania! 😦

    La kkrukkonia è il paese dove tornerei a vivere anche oggi stesso! 🙂

    Bello il pollo, vedo che ha anche la sella, quindi ci si può fare un giro?


  8. AZATHOTH:
    Decisamente meglio così! 😉

    DIONISO:
    Se te li sei persi, allora dovete tornarci presto! 🙂

    DÜSS:
    Ma no che non si può cavalcare! È un gallinaceo!!! 😀


  9. Quindi? Non dirmi che non hai mai cavalcato un tacchino? 😀


  10. @Duss: ma tu non avevi una fantastica Graziella da principe azzurro?? che bisogno hai di cavalcare un piccolo gallinaceo così carino 😛


  11. DÜSS:
    Tu mi preoccupi, tesoro! 😀 😀

    AZATHOTH:
    Macché, la storia della Graziella e del Principe Azzurro era tutta una farsa!! L’ho aspettato per giorni sotto il lampione che avevo adottato, ma niente! 😦


  12. @Eulinx: povero Duss, era ancora in cerca della sua dentiera 😦
    Quando arriva (se mai arriverà) fallo vedere da uno bravo, che questo ha voglia di mettersi a cavalcare pure i tacchini! 😀


  13. Credo che io potrei uscire cretina da una gita in luoghi del genere… CHE SPETTACOLO! 😉


  14. Quanta tranquillità e pace. Immagino che siano posti davvero fantastici. Come ti invidio. 🙂
    Fatta eccezione della zona di Essen, della Germania non ho visitato mai nulla ma con i tuoi sentiti racconti un’idea più forte ce la si può fare. 😉

    ps.
    Lo so Ale, è stata anche per me una piccola tragedia lasciare il mio difficilissimo nick, ma l’anno nuovo ha portato discrete novità anche per il blog. 🙂
    Puoi chiamarmi come preferisci: io intanto mi sono firmato con il mio vero nome. 😉
    Ciao e a presto. 🙂


  15. AHAHHHA 😀 Ma come, mia adorata principessa, non dirmi che è piùù romantica una graziella di un tacchino sellato? …diglielo anche tu Azathoth! 😀


  16. AZATHOTH:
    Hai ragione. Mi sa che prenoto una visita doppia, così mi faccio dare una controllatina anch’io! 😉

    PINK:
    A chi lo dici! Dovresti fare un giro da queste parti, un giorno e vedere con i tuoi occhi. È davvero uno spettacolo. 🙂

    PAOLINO/TACKU/DALIANERA:
    Tranquillià e pace, dici bene. Posti meravigliosi che meritano d’essere visti, anche perché sono talmente vicini.
    OK, adesso ci penso un po’ e decido come chiamarti! 😀 Intanto lo ripeto: il nuovo blog mi piace davvero molto, complimenti. A presto.

    DÜSS:
    Ma non si potrebbe avere il classico cavallo bianco? No, eh? Che principessa sfigata che sono! 😦


  17. Ok, vada per il cavallo bianco, ma solo perché me lo chiedi tu e sai che per te farei fiamme e fuochi! …ma il vestitino azzurro non lo cambio!!! 😀


  18. C starym novym godom!

    Ti faccio gli auguri per il Vecchio anno nuovo, una tradizione russa un po’ strana.

    Non ho capito una cosa, quindi vorrei che me lo ripetessi: quanto ore devo lasciar marinare l’Elwetritschen nel vino del Palatinato, prima di aggiungere le spezie?
    Grazie.

    Paka Rago


  19. DÜSS:
    Ma grazie!!! Allora io vado a cercare il cappello a cono, sai, non l’avevo ancora buttato via! 🙂

    RAGO:
    Auguri anche a te per il vecchio nuovo anno!
    Povera Elwetritsche, che brutta fine: prima cavalcata e poi marinata!!! 😀


  20. @Duss: se stai già pensando di far travestire me da cavallo bianco sappi che non sto bene di bianco vestita 😛

    @Eulinx: se proprio Duss non passa col cavallo bianco fammi un fischio che vi presto la mia moto, ci mettete un lenzuolo sopra e posso assicurarti che di cavalli ne ha più di uno 😉


  21. Vedendo la foto del animale prima cosa che mi è venuta in mente era la scena finale del film “Tutti giù per terra” con Valerio Mastandrea. Scherzi a parte anche io tornerei a vivere in Germania domani stesso, solo che la mi parte più bella non ne vuole sentire. Magari la convinco portando la a conoscere ste bellissime cittadine teteske?


  22. Perfetto Eulinx, cos’ siamo sicuri che alla prima svolta ci arrestano: tu con il cappello a cono e io vestito da Renato Zero! 😀


  23. Carissima Eulinx, ti ho nominata sul mio blog per un simpatico giochetto! 🙂

    Non me ne volere!

    Un bacio.


  24. Ciao eulinx,
    hai saputo del passaggio dell’uragano Kyrill?


  25. AZATHOTH:
    Mi sembra un’idea grandiosa, grazie! La moto col lenzuolo è una soluzione perfetta!!! 😀

    DÜSS:
    Dici che ci arrestano? Secondo me ci portano dritti dritti alla neuro!! 😀
    Per il giochino, non te ne voglio, figuriamoci! Però le conseguenze le sai, procurati una confezione famiglia di Imodium!! 😉

    DIONISO:
    L’ho saputo e soprattutto lo sto sentendo!


  26. IVAN:
    il film di cui parli non l’ho visto. Se vuoi convincerla, portala a vedere questi posti. Magari non funziona, ma di sicuro le piaceranno! 😉



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: