h1

Che fine ha fatto Eulinx?

marzo 22, 2007

Non aggiorno da un po’, ma è solo perché non ho molto da dire. O meglio, non so come dirlo. Ieri è iniziata la primavera e qui ha nevicato. Una bella, piccola tempesta di neve durata poco più di venti minuti, giusto il tempo di congelare a morte tutte le piccole gemme e le minuscole piantine che Sean aveva pazientemente sistemato sul terrazzo. E vabbè, non esiste più la mezza stagione!

In realtà, al di là della stagione impazzita, quello che mi preoccupa è il colloquio che Sean sta per sostenere. È stato contattato da una grossa azienda di giochi per PC e, nel caso dovesse andare bene, la sede di lavoro sarebbe a Colonia.

A Colonia? Siete impazziti? Panico! L’abbiamo saputo due settimane fa e la sottoscritta è caduta in una specie di sogno lucido. Il colloquio deve ancora avvenire, ed io mi vedo già impegnata nell’ennesimo trasloco, le lacrime agli occhi, addio Mannheim, addio adorato appartamento che ancora non abbiamo nemmeno finito di sistemare e già deve essere di nuovo impacchettato e spedito. Colonia è più cara di Mannheim, perciò addio appartamento in centro:  mi immagino intrappolata in qualche periferia, schiava della vita suburbana, circondata da negozi squallidi e scritte sui muri dei palazzi. Eccola, ecco che esce fuori l’odiosa snob che è in me. Uccidetemi, prima che vada oltre. Vi prego!

Lasciare questa città sarebbe un trauma per me. Avrei il cuore a pezzi, io adoro vivere qui, è il mio posto ideale, la mia nicchia. Ma poi lo sapete già, che ve lo dico a fare? Il problema è che mi sento una tremenda egoista (cosa che con tutta probabilità sono), perché per Sean questo sarebbe un sogno che si avvera, mentre per me è solo un fatto logistico. Solo?

Cavolo, che confusione. Detesto sentirmi così, fasciarmi la testa prima di romperla. Devo solo essere paziente e aspettare il verdetto. Poi si prenderà una decisione, no? Facile scriverlo, ma la verità è che sono in crisi nera. Nera.

Annunci

29 commenti

  1. Che dire? Credo sia comprensibile che tu ti senta un po’ in crisi. Ma Colonia non deve essere malaccio, no? E poi, a quanto capisco, non è ancora sicuro: forse è inutile rovinarsi l’umore già da adesso, no? Chiara


  2. ma Colonia e’ bellissima!!! cerca di vedere il lato positivo delle cose! capisco anche che quando ci si sente egoisti in una coppia e’ 1 bruttissima sensazione…io seguirei il mio uomo ovunque, che saranno mai due o venti pacchi da traslocare, tutto il resto non conta!


  3. Hola EulinX,
    mi riaffaccio dopo un pò anche al tuo blog … prima di preoccuparti dell’ennesimo trasloco attendi la risposta …insomma fermati e respira, poi non è detto che a Colonia non ritrovi una tua nicchia, sicuramente diversa dall’attuale ma per questo non sicuramente peggiore!
    …per il trasloco …beh!!!! blocca duss che tanto è lì in zona, son due braccia rubate all’agricoltura 😀 che possono esserti utili per spostare divani e simili … 😛

    … ti auguro che la situazione si risolva al meglio !!!
    BuenaVida


  4. Bene bene, vuoi dire che presto saremo vicini di casa? 😀


  5. Spero per Sean che il colloquio vada bene.
    Spero per te che rimaniate a Mannheim.
    Spero per me che rimaniate a Mannheim: è bello pensarvi vicini di città 🙂
    A parte gli scherzi, io sono stato a Colonia per qualche giorno e la città mi è piaciuta molto. Capisco la tua preoccupazione, ma come dice Chiara, è meglio non preoccuparsi di eventi che sono solo ipotetici: si sprecano inutilmente energie vitali.


  6. Non è “solo” una questione logistica.
    Il posto in cui viviamo (e non sempre in cui scegliamo di vivere)è parte di noi.
    Non lo si abbandona a cuor leggero, mai, nemmeno quando si fugge.
    Ma non vuol dire che un nuovo posto non ci possa accogliere.
    E’ un po’ come cambiare divano… in bocca al lupo, comunque vada.


  7. Fatti coraggio, colonia è una città stupenda, e poi non è indispensabile vivere in periferia, magari riesci a trovare qualche paesetto vivibile nelle vicinanze…chi può dirlo.
    Quando si chiude una porta, di solito se ne apre un’altra e non sempre il cambiamento è negativo
    Sciura Pina


  8. CHIARA:
    Colonia è tutt’altro che malaccio, è una gran bella città. Solo che non è Mannheim! 🙂
    Hai ragione, è inutile rovinarsi l’umore adesso…ma io sono bravissima a fasciarmi la testa prima di rompermela! 😉
    Grazie, un abbraccio.

    ANNA:
    Il mio uomo l’ho già seguito per mezza Europa, alla fine c’è un limite a tutto! 😀
    Il problema non sono i pacchi, non è il trasloco. Il problema è che non ho nessuna intenzione o voglia di lasciare di nuovo questa città.

    SLAY:
    Hola a te, Slaymer! Hai ragione, anche Colonia potrebbe avere una piccola nicchia per me, non lo escludo. Poi al fatto del Düss traslocatore non avevo pensato, grazie per la dritta! 😉
    E grazie anche per l’incoraggiamento.

    DÜSS:
    Sì, vicini vicini! Posso venire a chiederti lo zucchero quando lo finisco e dirti “Salve salvino, vicino vicinino”?

    DIONISO:
    Condivido tutte le tue speranze, con tutto il cuore! (Poi un giorno ci vediamo per sto benedetto caffè!!). Grazie, un bacio.

    NANDINA:
    No, a cuor leggero non si può.
    Non escludo a priori di trovarmi bene, è che sto talmente bene qui adesso che non avrei voglia di fare il tentativo! 😉
    Un po’ come cambiare il divano: bella immagine, rende perfettamente l’idea! Crepi il lupo e grazie.

    SCIURA PINA:
    Sì, Colonia è una città bella davvero. Però boh! 😀
    Io sono sempre stata dell’opinione che un cambiamento è SEMPRE una cosa positiva. Forse non lo si capisce sempre fin da subito, ma penso che le novità portino buone cose. Forse, prima di lasciare tutto, preferirei semplicemente godermi la novità che sto vivendo qui e che devo ancora scoprire fino in fondo. 😉


  9. Ma certo che puoi, anzi, ci conto!
    Facciamo una cosa, esco e passo al supermercato a comprare un pacco di zucchero in più, così mi porto avanti con il lavoro! 😀

    Comunque io rimarrò qui a lungo mi sa, quindi occasioni ne avremo per andare a prendere un caffé! 🙂


  10. Certo, peccato per l’appartamento e poi, traslocare di nuovo… non ce la farei (ma sono più vecchia di te, e poi quest’ultimo è stato il quarto mio trasloco all’interno della Germania…).

    Io, mi spiace dirlo, ho sempre pensato che Mannheim fosse la città più brutta della Germania, quindi faccio fatica ad immedesimarmi quando ne parli con affetto. Colonia è una città più “città”, la gente è eccezionale, simpatica e aperta, l’agglomerato urbano enorme e pieno di cose da vedere e da fare. Non poi tanto più cara di Mannheim, ma sicuramente con una varietà maggiore di offerte culturali e occasioni per il tempo libero. E poi in un batter d’occhio sei a Düsseldorf, a Essen-Bochum-Dortmund (molto più attraenti, simpatiche e vivaci di quanto non si dica in giro), ad Acquisgrana, puoi andare a Wuppertal a vedere Pina Bausch, a Oberhausen a fare shopping al Centr’O e se ti manca la vista sullo steam-cracker della BASF puoi sempre farti un giro a Leverkusen 🙂
    Coraggio, che per mille cose belle che si lasciano, ce ne sono duemila altrettanto belle che ci aspettano!! 🙂


  11. @Eulinx: è bello sapere che Duss non ti ha rapita costringendoti ad una vita in Graziella! Avevo già iniziato a preoccuparmi 😀
    A parte gli scherzi, vorrei poterti dire che capisco il tuo stato d’animo, ma in realtà ho pochi consigli da darti. Io di solito vivo alla giornata e raramente mi pongo problemi su come sarà il domani… così mi accorgo delle conseguenze solo quando ormai è troppo tardi 😐
    Però sono sicura che tutto si sistemerà e andrà per il meglio, sia che vi trasferiate, sia che rimaniate a Mannheim 🙂
    Certo che avere un vicino come Duss sarebbe comodo… potrebbe portare Sean al lavoro tutti i giorni col suo super potente mezzo di trasporto: la Graziella!! 😀


  12. Quando vuoi. Noi veniamo sempre volentieri a Mannheim. Magari posso portare a Sean i semi dell’habanero per rinfoltire il balcone.


  13. …allora compro un tandem! 😛

    Comunque sia Colonia è cara, ti consiglierei, per cercare casa, di salire di una trentina di chilometri, c’è una piccola cittadina, un villaggio per la precisione (dorf) che non è nulla male! 😀


  14. DÜSS:
    OK, allora. Mi raccomando, zucchero di canna! 😉
    E sei prenotato per un caffè appena arrivo dalle tue parti!

    ISA:
    Anche solo per l’appartamento mi piange il cuore! 😀
    Per quanto riguarda Mannheim, be’, bellissima non è, hai ragione (anche se di più brutte qui e altrove ne ho viste parecchie!), ma sai, io non credo che sia la bellezza di una città a renderla speciale. Altrimenti nessuno – compresa la sottoscritta – lascerebbe mai Roma, che di bellezza ne ha da vendere. Per essere una città di soli 350 mila abitanti, Mannheim è ricca di cultura, nel senso più vasto del termine, col vantaggio che in più è tutto facilmente fruibile perché a portata di mano, a due passi da tutto. La vista della BASF, poi, la lascio agli abitanti di Ludwigshafen (quella sì che è brutta davvero!), ché da qui non si vede nulla! 😉
    In ogni caso, sono d’accordo che un cambiamento nasconde sempre piacevoli, inaspettate sorprese. O almeno spero! 😀

    AZATHOTH:
    Grazie, me lo auguro anch’io. Certo che la consolazione di sapere che i mezzi di trasporto di Düss saranno a portata di mano non ha prezzo! 😀

    DIONISO:
    D’accordo allora, è giunto il momento, dai! Sean l’habanero me lo pianta in terrazzo, ma poi piange se lo uso per cucinare. Sul cibo piccante è una pappamolla! 😀

    DÜSS:
    Vai col tandem! Che vuoi che siano 30km in graziella? Comincio a cercare casa a Düsseldorf! 😀


  15. non sapevo avessi gia’ lasciato Mannheim, o avessi gia’ fatto il giro del mondo il 90 gg! 😀
    pero’ non riesco a pensarla diversamente …cmq…con qsto sn sicura tu abbia tt le ragioni di qsto mondo a nn aver voglia e intenzione di cambiare! e spero tu nn lo debba fare se ti pesa cosi tanto…


  16. ANNA:
    In 90 giorni no, ma a quasi 34 anni me la cavo abbastanza bene:
    Thailandia, Australia, Senegal, Inghilterra, Egitto, Germania, Olanda sono i posti in cui ho vissuto fino ad oggi (in questo preciso ordine!). Credimi se ti dico che sono abbastanza stanca di fermarmi in un posto quel tanto che basta per sentirmi a mio agio, per poi rifare i bagagli e dire addio a tutto. C’è chi pensa che questo tipo di vita sia sempre affascinante, e lo è davvero, ma arriva un momento in cui vuoi semplicemente mettere le radici e fermarti dove ti piace, dove ti senti a casa. È questo che mi pesa, non sono spaventata dai cambiamenti. È solo che mi hanno un po’ rotto! 😉


  17. ti chiedo scusa allora… 😦
    hai ragione, pienamente ragione…
    un bacio


  18. Beh che dire… Colonia… boh!
    Spero che comunque vada possiate essere entrambi contenti… in questo periodo sto provando sulla mia pelle cosa significhi conciliare vita lavorativa e vita di coppia… boh… sembra che molte cose non vadano mai d’accordo come dovrebbero…
    1 baciottolo


  19. ANNA:
    Ma di cosa, scherzi? 😉
    Un bacio anche a te.

    PINK:
    Due cuori e due cervelli non vanno quasi mai in sintonia perfetta, il bello è proprio quello! Altrimenti moriremmo di noia, no?
    Sì, frasi fatte a parte, so cosa vuoi dire. La verità è che fare i salti mortali per far andare bene tutto non è facile per nessuno, e certe volte ti accorgi che non hai nemmeno la rete di sicurezza! Un bacio, in bocca al lupo 😉


  20. Dai che la cosa importante siete tu e Sean. Viaggiando cosi’ tanto sai che casa e calore non sono posti ma persone e sensazioni . Sono dove siete voi 🙂 Posso chiederti dove hai conosciuto Sean? se a Manheim…beh allora puoi vivere ovunque, non solo a Colonia ma anche sulla luna! un abbraccio forte e se ti serve aiuto con il trasloco io sono a 2 ore max di macchina… 🙂


  21. ti auguro tantisima felicità


  22. Vabbè, potrete sempre usarlo come pianta ornamentale 🙂 .
    Fammi sapere allora quando potete.


  23. Buon giorno! 🙂
    Oggi il Reno è una meraviglia! …dillo che non vedi l’ora di venire a vivere qui! 😀


  24. GRISBI:
    Sean e io ci siamo conosciuti in internet, e cioè…da nessuna parte!!! 😀
    Però hai ragione, la cosa importante siamo noi, e sulla luna non mi dispiacerebbe affatto!
    Grazie davvero, un bacio!

    DIONISO:
    No, no, quale pianta ornamentale! Habanero a me, non vedo l’ora!! 😉

    DÜSS:
    Che te lo dico a fare, sto contando i minuti!! 😀


  25. Hola, gutentag roasted frau Eulinx! 😛


  26. acc… un giorno ce la devi raccontare per bene la storia di tu e Sean… (se non l’hai gia’ fatto). Chissa’ che emozione vedervi la prima volta.. Mi sa tanto cosa del tipo… “ma allora la magia esiste”…


  27. FLIPPER:
    Scusami, mi sono dimenticata di ringraziarti ieri! Sorry! 😦

    DÜSS:
    Guten Tag (ormai Abend!) a te, carissimo!

    ANJA:
    Qualcosa ho già raccontato qui un po’ di tempo fa 😉


  28. No poi diciamoci una cosa: bella e romantica quella di “seguirei il mio uomo anche in capo al mondo” ma, parlando in generale, succederebbe l’inverso?
    A noi donne ci frega il romanticismo… 🙂
    Comunque sia il cambiamento è necessario, c’è chi ne ha troppo e chi troppo poco.

    Ah, e grazie per l’apprezzamento sull’immagine del divano, sarà che io ci vivo in simbiosi, col divano 🙂
    (e lasciando casa di mia madre per quella in cui vivo con il mio compagno ho pianto)


  29. … gia mi stavo arrabbiando 😉 dai scherzo ovviamente… quindi?? come è andata? da come parli sembra bene!!

    un bacio



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: