h1

And the winner is…

aprile 5, 2007

Sono in piedi davanti alla casa dei miei genitori a Roma. È terribile, è stata distrutta da un incendio. La metà anteriore è crollata, e da fuori si vede quel che resta degli ambienti: tizzoni neri ancora fumanti, mobili e oggetti ridotti in cenere. Tutto è andato perso, i nostri ricordi di famiglia, le nostre cose sono solo un mucchietto di polvere nera. Non riesco a crederci e me ne sto lì a guardare senza avere il coraggio di mettere piede nelle macerie. Cerco con gli occhi qualcosa di salvabile, ma di salvabile non c’è nulla.

Non sono disperata, semplicemente incredula. Indosso un costume da bagno rosa e mi rendo conto che tutti i miei vestiti sono bruciati insieme al resto delle cose. Non ho niente da mettere, ma per fortuna ho con me la borsa e la carta di credito. Devo comprarmi dei vestiti nuovi, così chiamo la mia amica Letizia che vive a Venezia e le chiedo di accompagnarmi. Prendo un treno e, una volta giunta a destinazione, trovo la mia amica sul marciapiede ad aspettarmi. Decidiamo di prendere un taxi e, mentre stiamo per entrare nell’auto, ricevo la chiamata dell’agenzia d’assicurazioni. A quanto pare il premio assicurativo comprende la possibilità di tornare indietro nel tempo per cambiare due – e solo due – eventi della mia vita. Uno di questi deve per forza essere l’incendio che ha distrutto la casa, l’altro posso sceglierlo a mio piacimento.

Questo sogno l’ho fatto la notte prima di partire per Colonia. Banale nell’interpretazione, certo, ma ci ho pensato per due giorni interi. Mi sono svegliata subito dopo la telefonata dell’agenzia assicurativa, quindi nel sogno non ho saputo dire quale potesse essere il secondo evento da cambiare. Ma oggi, a mente fredda, posso dire che non cambierei niente della mia vita. Nessun evento, per quanto spiacevole, merita di essere cancellato. Perché senza uno di questi tasselli, amari, difficili e perfino dolorosi, non sarei la persona che sono oggi. Non che io abbia un’ammirazione sfrenata per la persona che sono oggi, ma questa sono io, è la mia vita, e ogni esperienza vissuta fino ad oggi ha una sua precisa collocazione, un suo personale ruolo, è un mattoncino stabile della mia esistenza. Ogni errore fatto – e pagato sulla mia pelle – è diventato un sistema per cercare di evitarne uno simile. E come dice sempre il mio papà, “l’esperienza è una serie di fregature”.

Ah, già, forse qualcuno vuol sapere come è andata a Colonia. Mi dispiace per gli estimatori della città, ma a me ha fatto la stessa impressione della prima volta che l’ho vista: confusa, caotica, priva di personalità. Bellissima, senza ombra di dubbio, ma senza fascino. Ripeto, è una mia personalissima impressione, ma non è scattato tra me e lei quel “qualcosa” che ti fa amare un luogo. In compenso, però, ho avuto uno straordinario colpo di fulmine per Francoforte, che abbiamo visitato un po’ più a fondo ieri pomeriggio, al ritorno da Colonia. Ci ero stata solo un paio di volte e l’avevo vista di sfuggita. L’avevo già trovata bellissima, ma ieri mi sono perdutamente innamorata di lei! Che disastro! 😀

Nella foto: la prova che il blog e alcuni dei suoi personaggi sono ovunque io vada! Questo, caro Düss, è un piccolo omaggio  che non ho potuto fare a meno di immortalare per te! 😉

dusseldorfer.jpg

24 commenti

  1. quindi immagino tu abbia optato per Francoforte, mi pare di aver capito. Giusto?


  2. Anche a me Francoforte ha fatto una buona impressione. Ne scrissi qui a gennaio. Ci vivrei volentieri.
    Ma il colloquio come è andato?


  3. Bella Francoforte, bella. (pero’ quei grattacieli un po’ mi avevano stupito). Pero’ accipicchia Eu, appena iniziato a leggere il post continuavo a penssare: “ma non ho letto notizie di incendi a Roma…. ma non ho letto notizie di incendi a Roma”. Ho persino controllato Repubblica.it!
    Insomma, ci ero cascata!

    ma non cincischiare, si sa qualcosa del colloquio???


  4. FLIPPER:
    Purtroppo Francoforte non era tra le opzioni! 😦

    DIONISO:
    Anch’io ci vivrei molto volentieri. Mi mancano giusto un paio di milioni di euro, ma ho già visto un appartamento che fa proprio al caso mio…! Sigh! 😀

    ANJA:
    Ops, non volevo allarmarvi!! (Però mi ha fatto ridere il tuo commento!!) 😀
    Il colloquio è andato molto bene. Molto bene. Ci faranno sapere la prossima settimana, quando avranno finito di intervistare gli altri candidati. (“Intervistare” parlando di colloqui di lavoro si dice in italiano, no?). Vi terrò aggiornati!


  5. buona nuova permanenza a Colonia, nonostante tra me e Coruna sia scattato l’innamoramento, qsto nn è servito a farmi rimanere, ma nn mi impedirà di tornare…
    ciao!


  6. Eulinx, mi è preso un colpo all’inizio del post, per fortuna era solo un sogno! 😉
    Mi spiace che tra te e Colonia non sia scattato il colpo di fulmine, magari riuscirai ad apprezzarla in pieno se un domani vi dovrete trasferire 🙂
    E poi sarai più vicino a Duss e a alla sua graziella… solo questo potrebbe convincere chiunque a trasferirsi no? 😀


  7. quindi anche se non ti piace… colonia o colonia???

    cavolo, che brutto se la città non ti piace, rischi di impazzire sai! spero che non sarà il tuo caso!

    beso


  8. ah ah ah …è una presecuzione 😛

    e io che l’altro giorno nel traffico m’è passato un’auto con l’adesivo DUSSELDORF bene bene in evidenza dietro l’auto!!!!

    😀
    BuenaVida e BuonaPasqua!


  9. Mmmmm… che sogno! Io pure ne faccio di incasinatissimi, ultimamente!
    Comunque… vorrei un consiglio da te che sei tedesca d’adozione: l’estate prossima vorrei trascinare l’uomo a Berlino: ne ho letto e straletto meraviglie, e sono curiosissima. Tu che ne dici????
    baci baci


  10. M’intrufolo di nuovo per PinkLady. Berlino è meravigliosa, secondo me. Da turista la prima volta però … la mia esperienza è di fermarsi almeno cinque giorni/una settimana. In meno rischia solo di scattarti il fastidio perchè è enorme e necessariamente ci si mette tempo. Almeno, per me è stato così, i primi giorni la odiavo. Adesso mi ci trasferirei subito, se ne avessi l’occasione..


  11. A proposito del sogno, l’ho sempre pensato che la birra di Colonia mista a bratcartoffeln ha un effetto allucinogeno! 😀
    Comuque è vero, a parte il Duomo, Colonia non ha fascino ..non è mica come Dusseldorf! 😀

    Bellissimo il pezzo, anch’io penso che della propria vita non bisognia mai voler cambiare nulla. E’ la nostra vita e dobbiamo fare di tutto per realizzarla!

    La foto è stupenda! 😛
    Grazie mille carissima, sono commosso (anche la Gaziella lo è)!
    Devo dire che sono commosso! 🙂

    U abbraccio e un bacio (Sean permettendo)!


  12. …ho scritto bisognia??? 😦


  13. ANNA:
    Grazie! La permanenza è già finita, fortunatamente! 😉
    Ti auguro di tornare nella tua città del cuore il più presto possibile.

    AZATHOTH:
    Solo un sogno, sí, forse l’inizio del post è troppo tragico!!! 😀
    Hai ragione, l’idea di essere a pochi passi dalla graziella mi fa vedere tutto con occhi diversi! 😉

    FLIPPER:
    Più o meno è così. Mi auguro anch’io di non impazzire, me lo auguro di cuore! 😀
    Ma non si impazzisce per queste cose, e parlo per esperienza! 😉

    SLAY:
    Ma allora è davvero in ogni dove! È mago! 😀
    Buonissima Pasqua anche a te!

    PINK:
    A Berlino non sono mai stata, ma di quelli che l’hanno vista, non conosco nessuno (sia qui che in Italia) che non l’abbia trovata una meraviglia. Quindi appoggio la tua scelta al 100%, e spero che anche LUI la trovi interessante! 😉

    ANJA:
    Mi sa che mi tocca davvero fare una gita da quelle parti, un giorno di questi…!

    DÜSS:
    A Düsseldorf stavamo per passare, ma poi ho preferito partire subito per poterci fermare a Francoforte. Comunque, a parte gli scherzi, mi hanno detto che non è male. Sean parla perfino di cercare casa lí anziché a Colonia, eventualmente!
    Per la foto, ma figurati caro, per te questo ed altro! 😀

    Eh sí, hai scritto proprio cosí!! 😀 😀 😀


  14. Ciao Ale, buona Pasqua a te ed ai tuoi cari


  15. Ciao carissima, buona pasqua e che l’uovo contenga una bella sorpresa! 🙂


  16. Buona Pasqua, Eulinx!
    A me la foto mi ha inquietato più del sogno! 😀


  17. …coneja cattiva cattiva! 😀


  18. GIDI:
    Grazie, sono in ritardo, ma spero abbia passato una buona Pasqua anche tu! Bacio

    DÜSS:
    L’uovo non c’è stato, la sorpresa è rimandata, ma speriamo sia buona lo stesso! Ieri sera l’abbiamo passata a cercare case a Düsseldorf. Mi sa che è un bel posto davvero, già mi vedo a passeggiare nel “Kö”!! 😀
    Spero che anche la tua Pasqua sia stata buonissima.

    CONEJA:
    Grazie, e auguri di nuovo.
    La foto è inquietante davvero, e considera che la scritta era gigantesca!!! 😉

    DÜSS:
    Ma quanto ti vogliamo bene, dai, dillo! Quanto? 😉


  19. Tanto tanto, mi amate e mi adorate come un bel piatto di matriciana! 😀

    Allora cerchi casa qui? Belle cose, quindi presto verrai battezzata a bicchieri di killepitch e stinchi di maiale da Schumacher! 😛

    Comunque fate bene a carcare casa qui, è meno costosa di Colonia ed è una città che offre di tutto e di più! Dusseldorf è quinta nella classifica delle citta più vivibili al mondo …dusseldorfer è al primo posto dei personaggi da evitare ma questa è un’altra storia! ahaah 😀


  20. Sì, l’ho letta questa cosa di Düsseldorf quinta (io avevo addirittura letto quarta) nella classifica, e ti dirò che la cosa mi stuzzica! Per i düsseldorfer, cercherò di stare attenta, ma almeno un caffè in graziella te lo farai offrire, spero! 😉


  21. Ma certo carissima, l’importante è che non pedaliamo troppo veloce! 😀


  22. Non c’è pericolo, con la fiacca che mi ritrovo… 😀


  23. Eu, non farti prendere dal panico… ovunque ci troviate, l’importante è che tu e Sean siate insieme, no? Poi vedrai, Colonia forse non sarà la meraviglia archittettonica, ma la gente è eccezionale. Düsseldorf – Düss mi perdonerà – è moooolto fighetta (e economica, no, non mi pare). Quasi non sembra Germania. Se posso permettermi di darti un consiglio, provate a cercare casa a Colonia, perché se no, col traffico che c’è, la mattina gli toccano ore di coda sull’autostrada…


  24. Isa,
    i consigli io li accetto sempre, figuriamoci. Poi non è detto che li metta in atto, ma non li rifiuto mai, perciò grazie. 🙂
    Lui al lavoro andrebbe in treno, quindi il traffico lo salta. E poi c’è da dire che io ho avuto davvero delle sensazioni negative a Colonia. Io sono una che a queste cose ci bada molto, magari sbagliando, ma le decisioni importanti di solito le prendo d’istinto. Nulla è deciso ancora, dobbiamo aspettare e vedere. A questo punto sono anche curiosa! 😀
    Un bacio



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: