h1

FAQ

maggio 25, 2007

Dopo due anni e mezzo di blog, è arrivato il momento di conoscere meglio l’autrice con un faccia a faccia. Qui di seguito troverete tutte le domande che le avete fatto in questi mesi, o almeno quelle più frequenti, nonché alcune delle domande che vi hanno portato al suo blog tramite i motori di ricerca. Il tutto in un’intervista esclusiva. Il post potrebbe essere aggiornato in futuro, perciò restate in ascolto!

Signorina Eulinx…prima di tutto, posso chiamarla “Signorina”?

Se si riferisce al fatto che non sono sposata, l’appellativo non mi disturba. Se invece è un ironico ammiccamento alla mia statura, l’avverto che sono assai permalosa. Dopotutto in Germania sarò anche fuori luogo, ma in Patria il mio metroesessanta è perfettamente nella media!

Oh, sí sí, nella media. Comunque, signorina Eulinx, ci dica, cosa l’ha spinta a trasferirsi nella Terra dei Crauti?

Potrei rispondere con parziale franchezza e dire che è stata tutta colpa dell’amore, ma in realtà c’è da dire anche che non ne potevo più del mio lavoro da impiegata sfigata, e poi mi ero stancata di passare l’intero stipendio alla Telecom o all’Alitalia, o ad entrambe. Più di tutto, però, mi ero stancata di addormentarmi da sola la sera e risvegliarmi ancora più sola al mattino, sognando di notte e di giorno un uomo troppo lontano; mi ero stancata di aspettare che la mia vita cominciasse, e ho capito che se non facevo qualcosa subito, sarebbe cominciata troppo tardi, o non sarebbe cominciata affatto e avrei perso l’unica persona con cui volevo stare davvero.

Avete riflettuto a lungo prima di decidervi a vivere insieme?

Oh sí, ci ho riflettuto per quasi mezz’ora di fila. Per me questo è un tempo interminabile nel prendere una decisione. Le decisioni si prendono con la pancia, non con la testa. È per questo che, dei due, sono stata io quella che ha fatto le valigie…

Posso sbagliare, ma mi sembra di avvertire una nota di pentimento nella sua risposta…

Si sbaglia, infatti.

Tornerebbe a vivere a Roma, oggi?

Forse, ma non senza una dose massiccia di psicofarmaci.

Facciamo un passo indietro: tutti i suoi lettori, prima o poi, le chiedono come ha conosciuto la sua dolce metà. Vuole raccontarci ancora una volta com’è andata?

Si è trattato di destino, nient’altro che destino.

Lei crede nel destino?

Sí, da quasi sette anni, ormai.

Non le sembra che internet sia un po’ troppo tecnologico, come destino?

Senta, provi lei a scorrere a caso una lista di oltre 500 nomi e fermarsi, senza saperlo, sul nome di quello che amerà per tutta la vita. Se non è destino questo…

Ma di cosa si trattava? Non mi dica che frequentava quei siti per cuori solitari!

Nell’internet paleolitico di oltre sette anni fa, tali siti non esistevano, o almeno io non ne ero a conoscenza. Inoltre il mio era allora un cuore solitario, ma per scelta di un altro. Insomma, per farla breve: io studiavo lo spagnolo da autodidatta e cercavo qualcuno in internet per esercitarmi con la scrittura, lui studiava inglese e cercava la stessa cosa. Alla fine è successo che lui l’inglese l’ha esercitato eccome, mentre io lo spagnolo l’ho praticamente rimosso.

Ha trovato difficoltà ad integrarsi?

Mai.

È vero che i tedeschi sono persone fredde, cattive, e che spesso, nelle notti di luna piena, escono a cercare prede umane da sgozzare, preferibilmente italiane?

No, è solo una leggenda metropolitana. Io sono italiana, e non mi è mai successo di essere sgozzata nelle notti di luna piena. O almeno io non me ne sono accorta. Insomma, non potrei giurarci, ma mi sembra di no.

È vero che in Germania non ci sono i bidet?

Confermo, si tratta di merce rara.

E, mi scusi la mancanza di discrezione, ma lei come fa?

Be’, può sembrare strano, ma abbiamo comunque l’acqua corrente in casa, sia fredda che calda. Basta un po’ di ingegno, di praticità e una vasca da bagno, suvvia.

Però almeno una cosa non può negarla. Avanti, lo ammetta, si liberi di questo peso: quanto le manca la cucina italiana?

Non quanto vorrei, considerando che in casa nostra – e non per volere mio, sia chiaro – si mangia italiano almeno 4 giorni su 7. E poi sfido chiunque a scegliere con facilità tra un piatto di spaghetti e un Kassler con Bratkartoffeln. Il fatto è che la gastronomia tedesca non è presa sufficientemente in considerazione, specie da noi italiani che sulla cucina abbiamo un po’ la puzza sotto il naso.

E che mi dice della mozzarella di bufala, da lei tanto e spesso sospirata?

Che c’entra, al cuor non si comanda!

È vero che i tedeschi cenano prestissimo? Se sí, come ha fatto ad adattarsi?

È vero, cenano molto presto. Spesso anche alle 18. Come ho fatto ad adattarmi? Cucinando prima del solito. E comunque non c’è nessuna legge, lo posso giurare, che vieta di cenare alle 21.

In Germania fa freddo, è così?

Oggi ci sono 30 gradi.

Quanto ci ha messo ad imparare la lingua?

E chi ha detto che l’ho imparata? Mi sono messa in testa di studiarla da autodidatta e peste mi colga se non ci riesco!

Non le crea problemi vivere tanto lontano da casa?

Non è che qui siamo in Nuova Zelanda, con l’aereo ci vuole un’ora e venti per tornare. A Roma, per arrivare dall’Eur a Monte Sacro, ci si può mettere molto, ma molto di più.

Cosa si sente di consigliare a quelli che vorrebbero partire, ma che non hanno ancora deciso se farlo davvero?

Di smettere di pensarci e andare a fare i bagagli. La gente invecchia aspettando la “giusta occasione”, bisogna rimboccarsi le maniche e andare incontro agli eventi.

Lei consiglierebbe la Germania come meta turistica?

Secondo il mio parere, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Vi avverto, però, che non ci sono palme da cocco, né spiagge di sabbia bianca e finissima.

Anche se non ci ha creduto nessuno, lei ha messo in giro voce che stia smettendo di fumare, ma può dirci quanto costano le sigarette in Germania?

Al momento costa circa 4 euro il pacchetto da 17 sigarette. E un giorno ce la farò a smettere, ce la posso fare.

È vero che, in linea di massima, la vita lì è meno cara?

In linea di massima, diciamo che i commercianti qui non hanno svalvolato con l’entrata in vigore dell’euro.

Come mai ha deciso di aprire un blog?

Per rispondere a tutte le domande dei curiosi, naturalmente.

Cosa significa “Eulinx”?

È ua contrazione dei vocaboli “Eule” (gufo) e Links (sinistro, mancino). La X l’ho messa io perché faceva più figo.

Può darci qualche lezione di fotografia?

Se qualcuno potesse darle a me, ne sarei ben felice.

Un’ultima battuta: come si supera una crisi esistenziale?

Fidatevi di Eulinx, siete nel blog sbagliato.

Annunci

58 commenti

  1. CIAO! che bello questo post… mi è piaciuto molto…

    complimenti!

    e cosi bisogna solo fare le valigie, fare un biglietto di sola andata… magari avessi la forza di rifarlo, sarebbe la prima che fare dopo avrti scritto.

    un bacio e alla prossima intervista… 😉


  2. ahahahah ma è una figata questo post!!! 😀

    Allora, da parte mia posso confermare tutto ciò che dici della Germania e poi… le donne di unmetroesessanta le trovo stupende …e se te lo dice uno di unmetroeottantatre puoi fidarti! 🙂

    Un bacio e buon fine settimana!


  3. @Eulinx: fantastico!!
    Anch’io consiglierei la Germania come meta turistica, non la conosco bene come te e non ci ho mai vissuto per più di una settimana, ma i posti che ho visto erano favolosi e se mai realizzerò il mio sogno di visitare tutta l’europa in sella a una moto, credo proprio che in Germania ci passerei un bel po’ di giorni 🙂
    Dici che dovrei tornare a casa e fare le valigie? concordo con te, le occasioni vanno prese al volo e pensarci troppo non aiuta affatto 😉
    Per l’altezza, sappi che la mia proposta è sempre valida: io ho giusto giusto una decina di cm (di altezza!!) che sono disposta a regalare 🙂
    Pensa, io pagherei per essere alta un metro e sessanta!! 😐
    Buon fine settimana!! 🙂

    ps: forte il tuo nick, non avevo intuito da cosa potesse provenire 🙂


  4. FLIPPER:
    Grazie! Bisogna far le valigie, certo, che ci vuole? 😉

    DÜSS:
    Oooohhh, il gufo mancino arrossisce!!! Ma sí, che nella botte piccola lo sanno tutti che c’è il vino buono…sono anni che me la ripeto, questa cosa, ma mica sono proprio convinta!! 😦
    Un bacio (unmetroeottantatre? Mi ci vuole la scala per darti sto bacio! Aspetta che prendo quella che uso di solito con Sean…) 😉

    AZATHOTH:
    Spero che lo realizzerai il sogno di girare l’Europa in moto, così passi anche a trovarmi! Quando vieni, poi, quella decina di centimetri me la prendo volentieri, se non disturbo! 😦
    Eh, il nick fu studiato, fu studiato bene!! 😀


  5. @Eulinx: certo che passerò a trovarti, anzi ti offro anche un giretto in moto, se non hai paura 😀
    I 10 cm di altezza son già tuoi quando passo te li lascio e credimi, lo faccio molto ma moltoooooo volentieri!
    Certo che in effetti è vero che è tutto relativo, tu saresti voluta essere più alta, io ho sempre avuto l’incubo di crescere ancora, adesso spero nella gobba, magari da vecchia, con un po’ di gobba riesco anche a diminuire un pochettino 😛


  6. Carinissimo questo post, signorina Eu. Carinissimo la spiegazione del nick…!


  7. ahahah …bene, allora andremo in giro con la scaletta pieghevole nella borsa! …ma non è più facile se ti prendo in braccio? 😀

    Comunque unmetroesessanta per una donna va benissimo, a me non dispiace per nulla …poi con i diecicentimetridiAzathoth (crivo come i tedeschi) non saresti più tu! 🙂

    Bacio!


  8. Ciao Eulinx,

    io ho fatto la valigia, nel vero senso della parola, il 19 settembre del 2001. L’ho messa nella mia Fiat Panda Jolly del 1997 e sono partito alle 5:00 del mattino con destinazione Kiel, destinazione Nadja. 1500 Km in 15 ore.

    Ciao e a presto,
    Cristian


  9. Bella idea. Magari la copio e scrivo lo stesso sul mio.
    Paka, paka.
    Rago


  10. AZATHOTH:
    Grazie, un giretto me lo faccio volentieri (basta che non corri come una pazza, ché della velocità sì, ho paura!!!).
    Io i tuoi 10 cm me li prenderei volentieri, come ho già detto, però adesso esce fuori che a Düss non piaccio più, e allora ci ripenso… 😀
    Comunque è vero, la natura è imperfetta: 5 cm in più a me, 5 in meno a te ed eravamo tutte e due più contente!!! 😀 😀

    ANJA:
    Grazie, sono contenta che ti sia piaciuto! 😉

    DÜSS:
    Eh certo, sulla graziella ci manca solo la scala!!! Poi ho detto alla cara e genersoa Azathoth che non li voglio i suoi centimetri di troppo, se no poi non ti piaccio più! Meglio che mi prendi in braccio, così da lassù mi guardo anche il panorama!! 😀
    bacio (sei un tesoro!)

    CRISTIAN:
    1500 km in 15 ore è una bella prova d’amore, specie con partenza alle 5 del mattino! Mi fa piacere rileggerti, un saluto! 😉

    RAGO:
    Perdona la mia latitanza dal tuo blog, ma mi sto rimettendo in pari. Intanto ho letto la notiziona e vi faccio di nuovo tantissimi auguri, ve lo meritate davvero. Mi piacerebbe leggere la tua intervista e tutte le domande che ti vengono fatte su SPB. Poi noi un giorno vi si viene a trovare e a vedere il Rago B&B!! 😉


  11. sai, pensavo che eulinx alludesse al tuo essere girovaga per l’europa: eu per europa, linx come “plurale” di link… ora che so l’orgine del nick però mi sorge una curiosità: perchè gufo mancino? dai, dai, raccontaci! 🙂
    un bacione,
    f


  12. Avevo già saldato il portascala alla Graziella! …va bene, lo limo via! 🙂
    Allora porto il Baby carrier, ricorda di prendere gli occhiali da sci che da questa altezza il sole fa male agli occhi! 😀


  13. @Eulinx: no problem, vado piano io (fa finta che il mio naso non si stia allungando… 😀 ).
    5 cm in meno?? no no, supererei cmq il metro e settanta, quindi opto per i 10 cm in meno, però guardiamo il lato positivo: non arrivo al metro e ottanta 😉
    Non vuoi più i miei 10 cm?? 😦 E adesso a chi li regalo?? 🙂
    Accidenti a Duss… questa gliela farò pagare 😛 … però…certo che il portascala alla Graziella era moltoooo trendy!! Io quasi quasi lo terrei 😛


  14. FRANCI:
    Be’, in un certo senso può avere anche quel significato, e penso che tu non sia la sola ad averlo interpretato così.
    Perché gufo mancino? Dunque, prima di tutto perché i gufi sono animali che adoro e li trovo simpaticissimi. Poi perché io sono mancina e mentre pensavo ad un nick che mi piacesse, sono venute fuori queste due parole, abbastanza casualmente. Però mi ci sono affezionata tanto a questo nome, non potrei aver scelto meglio, perché me lo sento davvero mio!
    Un bacio 😉

    DÜSS:
    Speriamo che non mi vengano giramenti di testa…sai, tra i baci e l’altitudine, poi non vorrei cadere, ché da lassù mi faccio pure male!! 😀

    AZATHOTH:
    Mmmmhhh, non mi fido di te, tu sei spericolata…mi sa che ti seguo in graziella!!!! 😀 😀
    Per i centimetri, se ne può parlare…magari me ne dai un paio per volta, così non se ne accorge nessuno! 😉


  15. Bel post.
    Un saluto e a presto


  16. Don’t worry, ti tengo io! …al massimo lascio cadere la Graziella! 😛


  17. Brava, e pensa che qui a Bolzano c´è una marea di gente che il tedesco neanche lo capisce, per una strana questione di rivalità etnica.


  18. @Eulinx: ma io non sono spericolata…. credo 😛
    Vabeh, intanto di passo un paio di cm, tanto sulla graziella due cm in più non si notano, e poi puoi sempre dire a Duss che hai il rialzo nelle scarpe 😀


  19. vado a lavarmi con l’aceto, tanto è il miele che mi ha sommerso!
    eh lo so cara “signorina” il coraggio non le manca, rinunciare a tutte le cose belle che abbiamo: la politica, il governo con tre gambe, la mafia-camorra-ndrangheta-Berlusconi, le pizzerie economiche e ben cotte, le spiagge dove possiamo sciacquettare nei primi cinque metri che sono di tutti! un eventuale fidanzato prematrimoniale ultras trasfertista, l’Ici, se hai un bel “personalino” c’è sempre Lele Mora, Capri, Ischia, Posillipo e “Puzzuoli”, i reality e Maria Defilippi, i mostri da sbattere in prima pagina di Mentana e Vespa, turpi asili e ospedali fogne, i cervelli sempre più in voli charter… insomma rinunciare a tutto questo, ed è niente, lei lo sa signorina… per seguire il cuore oltre l’ostacolo ci vuole coraggio. Come la invidio signorina, io ho alle spalle 38 anni di matrimonio, due figli e tre nipoti e mai che riesca a essere saggio.
    Come lei, intendo.
    Buona permanenza e felicità.
    Alex


  20. Che caruccio sto post!!!!!
    Io leggo sempre…
    bacini baciò


  21. DIONISO:
    Grazie! Non sono sparita, è che siamo in pieno trasloco e al momento sono a Colonia. A presto, comunque, un abbraccio! 😉

    DÜSS:
    Ma mi devo fidare? Mmhh, tu alla graziella ci tieni troppo!! 😦

    OSCAR:
    Che non lo capisce o che fa finta di non capirlo?? 😉

    AZATHOTH:
    Ma si, mi metto un bel paio di tacchi e mi tolgo il pensiero…peccato che non ne abbia neanche un paio, dovrò fare shopping?? 😦
    Comunque secondo me tu corri, te lo leggo in faccia! 😀

    ALEYAKKE:
    Be’ sì, vista così non è un gran sacrificio, hai ragione!! 😀 Però dai, che qualche lato positivo ce l’abbiamo anche noi! 😉

    PINK:
    Anch’io, anch’io leggo sempre, è solo che il tempo è maledetto! Un bacio a te! 😉


  22. Scherzi!
    Non ci penserei due volte a lasciar cadere la Graziella! 😀


  23. Vabbè, facciamo che ci credo…!! 😀


  24. 😐 uffa, non ti fidi più di me? …HUAAAAAAAAAAA!!!!


  25. Ma come no, sempre e comunque, mio adorato! 🙂


  26. DRIN DRIN (scampanellio) …sono sotto con la graziella e il parruccone, che fai? Scendi? …ahahaha 😀


  27. Solo un minuto, non trovo il cappello a cono…l’hai visto, per caso?? 😦


  28. ehm, si …l’ho usato come filtro del caffé stamattina …avevo finito gli altri! 😐


  29. Sei libera sabato prossimo? Io e Zucchero pensavamo di farti assaggiare i famosi gnocchi.


  30. Complimenti per il post… è molto simpatico!


  31. Ho scoperto il tuo blog per caso e vengo da sette come il numero.
    Io sono l’uomo con la valigia, ma non ho mai avuto il coraggio di uscire dall’Italia, odio questo Paese che ho girato in lungo e in largo… e se avessi venti anni di meno farei lo stesso, ma non mi fermerei alla Germania.
    C’è la Danimarca, l’Olanda, la Svezia, la Finlandia, la Norvegia e le repubbliche baltiche… ecc. ecc.
    L’unica cosa che mi fa paura non sono i lupi mannari, ma le salsicce.
    Potrei morirne…


  32. DÜSS:
    E ti pareva, pure per il caffè! Non ti è bastato riempirlo di cioccolato nocciola e crema l’ultima volta?? 😀

    DIONISO:
    E vai con gli gnocchi! Lecker, lecker! 😉

    DANIELE:
    Grazie e benvenuto! 🙂

    ROB:
    Ciao, benvenuto. Io non odio l’Italia, solo che trovo sia necessaria tanta pazienza per viverci, e anche tanto coraggio. O forse basta solo amarla un pochino di più di quanto faccio io, non so. In ogni caso ti capisco.
    Io ho deciso di fermarmi (però poi non mi fermo mai!) perché ho vagabondato fin troppo!
    Potresti morire per le salsicce? A chi lo dici, lasciamo stare… 😀


  33. Cioccolato nocciola e crema? …ecco cosa mancava, la panna! 😐


  34. Naturalmente è amore/odio. In questa fase come avrai capito prevale l’odio…

    Per le salsicce, invece, ricordo (data la mia età…) che un certo Bismarck, anzi Otto Eduard Leopold von Bismarck, soprannominato il Cancelliere di ferro (primo cancelliere dell’impero germanico) soleva ripetere: “se ti piacciono le leggi e le salsicce, non chiederti mai come sono fatte…”


  35. DÜSS:
    Certo, se no come le raggiungiamo le 1200 calorie a merenda?? 😉

    ROB:
    Giustissima osservazione, meglio non sapere! 😉


  36. Sarai mica proccupata per la linea? 😛


  37. Ma figurati, con ‘sto fisico da tapp-model che mi ritrovo!! 😀
    Solo che con la tuta di pelle di Trinity poi i cuscinetti sono difficili da nascondere, perciò lascio la panna solo per le occasioni molto speciali! 😉


  38. Non ti preoccupare per i cuscinetti, in graziella fanno comodo se prendiamo qualche buca! 😀 …io devo mettere la parrucca come l’eletto? 😐


  39. No, niente parrucca, sei già divino così! Keanu ti fa un baffo! Voglio sperare che tu abbia già comprato lo spolverino in pelle nera, però! 😀


  40. Grazie del divino! 😛
    Spolverino preso, era in offerta con un Gilera del ’76, così lasciamo la Graziella non motorizzata! 😀


  41. Guten tag! 🙂


  42. Fantastico! Hai trovato il kit Matrix dei poveri completo, chissà se hanno anche il kit Trinity!
    Guten Tag anche a te, carissimo 🙂


  43. Lo hanno, lo hanno!
    Te ne ho preo uno, versione estiva! 😛


  44. preo=preso in tedesco del nord! 😀


  45. Grazie, tesoro. Meglio che non mi chieda in cosa consiste la “versione esitva”… 😀
    In qualche modo intuisco una tua lieve difficoltà lessicale, ultimamente!! Spero niente di grave!! 😀


  46. La versione esitva non lo so , ma quella estiva è un bijoux!!! 😀


  47. Appunto, chi va con lo zoppo impara a zoppicare! È la tua “vicinanza” che mi porta sulla cattiva strada! 😀

    Se non mi viene un esaurimento nervoso oggi, non mi viene più!


  48. ahhaha Beccata! 😀


  49. Non infierire, ti prego!! 😛


  50. Eh! Su questo blog si batte la fiacca, eh?! 😉
    Un saluto


  51. Ciao SIGNORINA Eulinx!!!
    Passo a farti un salutino dopo secoli ma vedo che il blog è sempre interessante e spiritoso :_)
    Un abbraccio!


  52. DIONISO:
    Hai ragione, rimedierò! La pigrizia è una brutta bestia, e sì che di cose da raccontarvi ne avrei…!!! 😀

    SENPAI:
    Ma ciao, bentornato! Bello il Giappone?
    Anche tu ammicchi alla mia statura? Guarda che mi offendo, eh! 😉
    Un abbraccio a te e grazie.


  53. E già, si sta proprio battendo la fiacca qui! 😐


  54. Una domanda.
    In Germania ci sono fenomeni di bullismo nelle scuole ?

    alles gute und aufwiedersehen

    p.s. (ho studiato tedesco a scuola, ma con scarsi risultati…)


  55. cara eulinx,
    ho letto (mentre avrei dovuto leggere un barbosissimo articolo, ma è venerdì, che diamine) il tuo blog in su e in giù e in lurgo e in largo. mi hai fatta divertire, anche perché mi ritrovo talvolta nelle descrizioni della tua vita crucca, sebbene vivere a duesseldorf sia un po’ diverso.
    aggiungo solo una cosa, il mio firewall mi impedisce di vedere i video, ma mi è bastato vedere la faccia di corrado guzzanti in ‘rieducational channel’ (‘mbuti) per ridere a crepapelle. spiegalo poi tu ai colleghi tedeschi perché diavolo ridi da sola come una cretina.
    a propo. anch’io sono unoesessanta (rubando su un paio di centimetri…).
    a presto


  56. DÜSS:
    Son tornata, son tornata! 😉

    ROB:
    Mah, suppongo di sì, come da ogni altra parte!
    Anch’io l’ho studiato con scarsi risultati, ti capisco! 😉

    COWDOG:
    Grazie, mi fa molto, molto piacere di averti distratta dal barboso articolo! Io se anche solo ripenso alla faccia di Guzzanti-Vulvia mi sento male! 😀
    Per il tuo metroessessanta, tranquilla: rubare in certi casi è più che lecito! 😉
    A presto.


  57. ciao eulinx!

    mi è piaccuto tantissimo il tuo post… sopratutto perchè mi sono identificata tantissimo con te e poi per la forma come l’hai scritto.

    sono spagnola e per tanto se ti va ancora di praticare lo spagnolo sono a tua disposizione…

    un saluto!!!


  58. Ciao Pati, grazie molte e benvenuta! Ti ringrazio anche della proposta, ma temo che il mio spagnolo ormai sia irrecuperabile!! Complimenti invece per il tuo italiano!
    😉



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: