h1

E poi?

ottobre 18, 2007

Quando ho iniziato a scrivere questo blog non avevo idea di che piega avrebbe preso. Volevo raccontare le mie esperienze in Germania, ma volevo anche raccontare me stessa, scrivere qualcosa che avrei riletto volentieri a distanza di tempo, esorcizzare i casini quotidiani con un tono ironico, per poterci ridere sopra e sdrammatizzare tutto. Di certo non mi sarei mai aspettata di trovare proprio qui degli amici, e meno che mai dei confidenti. Proprio io che ho tanta difficoltà a fidarmi delle persone che non conosco, forse grazie a questo schermo di protezione che ho davanti agli occhi, ho chiacchierato, scherzato e mi sono commossa leggendo le vostre vite e le vostre giornate. Devo ringraziare ogni singola persona che è passata di qui e ha lasciato una traccia del proprio affetto nel post precedente. Ho letto e apprezzato ogni commento, ho preso in considerazione ogni consiglio, mi sono rallegrata nel sapere che così tante persone hanno speso un minuto della loro giornata per lasciare un saluto, o un pensiero. Devo ringraziare i miei amici “virtuali” (virtuali non è adatto, non più ormai), quelli che ci sono da sempre e che spero continueranno ad esserci ancora.

Non ho idea di che fine farà questo spazio. Le cose non sono cambiate dall’ultimo post. Sean e io ci sentiamo ogni sera, parliamo tanto. Entrambi abbiamo avuto dei ripensamenti, fortunatamente non nello stesso momento. E dico fortunatamente perché la nostalgia è una brutta bestia, che non ti fa vedere le cose con chiarezza e ti fa dubitare di tutto, specie delle scelte giuste e della lontananza, e se entrambi avessimo dei ripensamenti nello stesso momento, probabilmente ci lasceremmo andare e sbaglieremmo di nuovo.

L’affetto non cambia, quello resterà per sempre. Anche se per me non è facile usare termini come “per sempre” o “mai”, so che lui avrà uno spazio speciale nella mia vita e nel mio cuore, uno spazio che non verrà intaccato dal tempo, né dagli avvenimenti. È così.

Sto cercando di raccogliere i pezzi e di rimetterli insieme, magari variandone un po’ l’ordine. Ho dei progetti che spero mi porteranno novità e cambiamenti. Ho voglia di fare, per fortuna. Forse per la prima volta nella mia vita riesco a non crollare sotto il peso della realtà, e giuro che non so da dove venga questa forza. Ma ho paura. Non mi vergogno a confessarlo, ho tanta paura. Di lasciare questa casa e questa città, di lasciarmi alle spalle una vita che avevo costruito piano piano e con tante speranze, di tornare in Italia e ricominciare da capo sapendo purtroppo di non avere vent’anni. Ho paura dell’incoscienza che so di avere e che mi impedisce di pensarmi “adulta” e con delle responsabilità, ho paura della mia impossibilità di appartenere a qualcuno, ho paura che qualcuno mi possa appartenere. In questa storia ho capito che, per tutti questi anni, ho desiderato tanto essere una persona che non posso essere e che probabilmente non sarò mai. Desiderare tanto qualcosa e sapere di non aver le carte in regola per ottenerlo è massacrante. E questo, forse, farà sì che io sia la solita, eterna insoddisfatta. O forse il fatto d’averlo capito mi impedirà di sbagliare ancora in fatto di uomini.

Non so che fine farà questo blog, dicevo. Di certo non sparirò, perché scrivere mi aiuta e perché mi mancherebbe troppo questa piccola, sconclusionata combriccola virtuale. A presto, allora.

29 commenti

  1. ci “conosciamo” da pochissimo ma mi inmedesimo molto in te … mi fa piacere che tu abbia trovato questa forza che riesci a trasmettere!
    Mi dispiacerebbe tanto che te ne andassi …

    In bocca a lupo, eulinx.

    Un bacio.


  2. Eulinx, grazie per questo post, mi fa piacere leggerti, davvero🙂

    Mai chiederci da dove venga la nostra forza, io credo che quella forza fosse già dentro di te e aspettava solo di poter venir fuori e di mostrarsi nella sua interezza.
    Ti capisco quando dici che hai cercato di essere la persona che non sei, perché è capitato anche me.
    Potrei star qui a dirti che è sbagliato, che dobbiamo accettarci per ciò che siamo, ma la realtà è che a volte inseguiamo così tanto un sogno che siamo disposti a rinnegarci per raggiungerlo e quando poi scopri che così ti è impossibile trovare la felicità è sempre doloroso.
    Vedrai che cambiare vita avrà i suoi aspetti positivi e che si può vivere bene anche senza dover per forza crescere🙂
    Io si che ho paura di crescere… mi sento ancora una sedicenne con responsabilità di una trentenne e la voglia di crescere di un’ottantenne😀
    Lo so, la paura fa parte della vita e se vuoi ti faccio l’elenco di tutte le mie paure ma potrei rimanere qui a scrivere per mesi, quindi non preoccuparti che sei in buona compagnia🙂
    Mi fa piacere leggere che piano piano stai reagendo e ti auguro davvero il meglio da tutti questi cambiamenti perché te lo meriti!

    Un grandissimo in bocca al lupo e un abbraccio!🙂


  3. Di certo non sparirò, perché scrivere mi aiuta e perché mi mancherebbe troppo questa piccola, sconclusionata combriccola virtuale.

    E perchè ci (mi) mancheresti terribilmente.


  4. bene così ale, bene così
    ogni scelta che fai, ogni cosa che accade, sono la scelta e l’avvenimento giusti

    ti abbraccio con grande affetto – tutt’altro che virtuale!🙂


  5. ti auguro tutto il meglio!

    sappi che non è pazzia mettersi di nuovo in gioco.

    pensa: i miei genitori a sessanta anni si creano una nuova esistenza. rischiano tutto di nuovo perché credono in un progetto.
    ecco, basta avere coraggio e voglia di fare.

    non arrenderti. so che c’è la farai.


  6. è bello trovare degli amici …anche virtuali, ciao:) Ben trovata!


  7. Anche io ho pensato di non avere le carte in regola per ottenere quello che desideravo. E invece, proprio quando tutto mi sembrava perso, dietro l’angolo c’era quasi tutto quello che sognavo. E non avevo 20 anni, ma 32 suonati. Forse ho sbagliato ancora, chi può dirlo? Mi succede, a volte, di pensarlo. Ma poi mi dico anche che benedetti siano gli sbagli, se ci permettono di fare esperienze così. Meglio avere rimorsi che rimpianti, dicono. Siamo qui per vivere, no? E allora viviamo. Se torni a Roma, batti un colpo! Chiara


  8. Molto, molto bene!
    Anche perché se tu avessi chiuso il blog ci sarebbe stato un vuoto difficilmente colmabile!
    Bentornata!😀


  9. pensaci due volte prima di rintrare in Italia. te lo dice una che l’ha fatto e per tanti, troppi versi se n’è pentita.

    per il resto, forza. ce l’abbiamo tutti dentro la forza per ripartire, basta cercarla bene e volerla trovare.

    un abbraccio forte


  10. Sono capitata per caso in questo blog. Cercavo su Google l’espressione “Schicki Miki”, che ho “imparato” nei giorni scorsi a Berlino dove ero ospite di una coppia di amici carissimi.
    Mi tratterrei a leggere per ore i post e i commenti, mi ritrovo tantissimo nelle vostre esperienze e sensazioni, specie adesso che sono tornata in Italia dopo una vacanza flash nella città che desideravo visitare da una vita e che mi ha letteralmente stregata. Tornerò prestissimo qui e spero che questo blog continui ad esistere😉
    Baci


  11. in fondo a quest’oggi c’è ancora la notte e in fondo alla notte c’è ancora c’è ancora…

    Buon ascolto e un abbraccio!
    Io ho paura per molto meno quindi… non ti preoccupare!


  12. ehi, non fare scherzi. sono appena arrivato. non vorrai mica smettere di scrivere?


  13. cara,
    sono sicura che grazie alla consapevolezza che stai acquisendo in questo periodo di sofferenza e a una forza che ci viene a salvare quando siamo in difficolta’, tutto andra’ per il meglio. ci vorra’ un po’ magari ma ‘hai le carte in regola’ per riprenderti alla grande, questo mi sembra.
    per il resto, spero che di questo blog non ne sara’ proprio nulla, cioe’ che continui proprio com’e’ ora o anche con un altro nome o an’altra grafica, ma che continui. perche’ la tua avventura continua.
    anche tu ci mancheresti molto.
    Un abbraccio


  14. E tempo di tornare ai peperoni ? come mai sono tutti uguali? come riescono a coltivarli? Scoperto finalmente il mistero !!! Le aziende agricole sono nelle mani delle multinazionali della chimica, che forniscono sementi, concimi artificiali, appesta quello e questo. Già nei semi acquistati c’è una qualche gabbola biologica che impone al peperoncino come crescere.

    Rimane ora da indagare sul ragion per cui i pomodori comprati al supermarket sanno ormai solo d’acqua.


  15. Sono capitata qui una volta per sbaglio…mi ha colpito la tua storia perché anche io mi sono trasferita (anche se da poco) in Germania…e scrivi benissimo. Sono tornata a rileggerti spesso🙂
    Ti auguro di trovare la tua strada. In bocca al lupo!


  16. bello rileggerti! coraggio, ce la farai, qualsiasi cosa deciderai di fare..
    bacio


  17. forse non hai le carte in regola per una vita, ma sicuramente le hai per mille altre.
    coltiva(*) l’energia che ti sei accorta di avere: ti porterà dove -tu- avrai scoperto di volere andare.

    (*)vedrai che sarà l’unico fiore che saprai fare crescere rigoglioso😉


  18. hai cambiato il template… buon segno!!!🙂


  19. Io avevo aperto il mio blog proprio perché non riuscivo a uscire da una storia che era finita, forse prima ancora di incominciare.
    Scrivere del mio disagio, e trovare amici che leggessero le mie parole, in un periodo in cui era tutto nero, mi ha aiutato tanto.
    Spero che succederà così anche a te, in queste pagine, tra le tue meravigliose foto.


  20. Bello l’aquilone!😛


  21. son passata e ho trovato un cambio di template, poi mi sn messa a leggere…mi spiace anche se nn ti conosco, ma allo stesso tempo mi fa piacere vedere che hai progetti🙂
    recentemente si e’ scoperto che il padre di una mia amica e’ seriamente malato(qualche anno di vita): i medici gli han detto di tenerlo occupato con progetti perche’ i PROGETTI SONO VITA

    il cambiamento fa paura a volte, ma a volte e’ una boccata d’aria fresca: io mi sento intrappolata in germania in questo momento, ma nn ho il coraggio di mollare tutto quando mi manca poco piu’ di un anno. Quindi vi ammiro per la vostra (difficile) scelta e in bocca al lupo !!

    ciao fabiana


  22. Brava, mi piace il tuo reagire positivamente!

    Paka Rago


  23. in bocca al lupo. sinceramente. non so che altro dirti (mi trovo in una simile e sempre diversa situazione).


  24. il template nuovo… poi l’aquilone…🙂


  25. Ciao carissima, buon fine settimana!🙂


  26. Bellissimo l’aquilone! …decisamente ben augurale!

    Forza Eulinx (e complimenti per le bellissime foto su Flickr)


  27. Hei… Non adesso che sono arrivato io!


  28. A TUTTI:
    Scusatemi davvero se ultimamente non rispondo ad ognuno singolarmente, ma il periodo è quello che è, come tutti potete immaginare.
    I commenti li leggo sempre molto volentieri, sono preziosissimi per me e li apprezzo molto più di quanto possiate pensare.
    Benvenuti a tutti i nuovi lettori, passerò a spulciare i vostri blog quanto prima.
    Grazie a tutti.🙂


  29. onestamente a ma sconvolgeva che tu ci riuscissi prima!!!🙂

    Bentornata!!



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: